Concerto del 22 maggio 2018 – Duo Ligas/Piana

Il compositore argentino Astor Piazzolla ha rappresentato nella storia della musica moderna uno dei più importanti compositori di Nuevo Tango, forma evoluta del più comune “tango”.

Il compositore non si limitò alla sola stesura di tanghi, per svariate formazioni cameristiche e non, ma intraprese un vero e proprio “studio” sul tango, rinnovandolo e collocandolo così in pieno nei tempi moderni, sgrezzandone le sue caratteristiche prettamente popolari e folcloristiche a favore di un linguaggio più ricercato.

Tra le numerose connotazioni che l’ascoltatore può ricondurre al tango, non si può fare a meno di riconoscerne la sua anima nostalgica.

Ecco allora che ascoltare, suonare e ballare un tango di Piazzolla diventa un viaggio nel tempo: avvolti dalla sua aura passionale e madida di ricordi, si intraprende un percorso a ritroso che inganna il presente con le più intense esperienze del nostro vissuto.

La musica di Astor Piazzolla ci regala inoltre molteplici rapporti di diversa natura con il concetto di tempo.

In NeuroMetrò ad esempio, titolo della serata nonché di una delle numerose canzoni del Maestro, si parla del ritmo scandito da una metropolitana: il tempo viene qui percepito su due dimensioni: quella umana e quella “meccanica”, dove la prima subisce la seconda. L’attesa statica del prossimo convoglio si scontra con la frenesia all’arrivo dello stesso e in un attimo ci si ritrova a chilometri di distanza, in un altro quartiere, tra altre persone, in una percezione del tempo distorta e forzata.

Astor Piazzolla ha voluto infine regalarci un elaborato sul tango di tipo storico-musicale: l’Histoire du Tango ne è un ottimo esempio. In questa meravigliosa opera il compositore sviluppa il tango dai suoi primordi di contesa d’amore e di musica dei bordelli fino ad arrivare alle fattezze più raffinate ed elaborate che sono senza alcun dubbio il suo marchio inscindibile.

Articoli Correlati

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.